Occhio al Phishing

Cari internauti e amici di Economiasemplice.com, inauguro la nuova rubrica “Antitruffa” perchè ho notato che, in questo periodo, sono aumentate notevolmente le truffe via mail, e di conseguenza, le persone truffate.

Un paio di semplici regole da seguire per evitare di cadere in qualche truffa:

  1. MAI fornire i propri dati a sconosciuti su Internet. Nessuna banca vi chiede per email i dati della vostra carta. Se avete dubbi, CHIAMATE LA VOSTRA BANCA. Ad esempio, se siete correntisti in Intesa San Paolo potete contattare la banca direttamente dal sito Internet https://www.intesasanpaolo.com/it/common/parla-con-noi.html
  2. MAI aprire allegati provenienti da mail sconosciute. Se provenienti da mail conosciute, chiamare chi ve l’ha inviata per essere sicuri del contenuto. Gli allegati alle mail possono veicolare facilmente virus che potrebbero installarsi nel vostro pc o smartphone.
  3. MAI aprire link a siti che non conosciamo. Acquistate sempre tramite canali sicuri usando metodi di pagamento certificati, come PayPal. Se trovate un telefonino all’80% di sconto su un sito sconosciuto molto probabilmente siete incappati in una truffa. FATE ATTENZIONE.
  4. MAI inviare scansioni della carta d’identità o del codice fiscale nè fornire alcun dato della carta di credito/debito(numero carta, cvc, data di scadenza) senza sapere a chi le state inviando. Proteggete i vostri dati sensibili.
  5. Se dovete collegarvi al sito della banca controllate nella barra degli indirizzi se è corretto. Ad esempio il sito delle poste è https://www.poste.it/ , se nella barra degli indirizzi c’è scritto posteitaliane.linked.truffa.com siete sul sito sbagliato. NON INSERITE NESSUN DATO SENSIBILE, chiudete la pagina e cercate quella giusta.
  6. Se avete già fornito i vostri dati sensibili (numero di carta di credito, cvc, data di scadenza o addirittura il pin) vi conviene avvisare la banca e far bloccare la carta. Ogni banca ha un numero verde da contattare in caso di emergenza. Salvatelo nella rubrica, può tornarvi utile.
  7. Alcuni siti vi permettono di attivare l’autenticazione in due fattori. Fatelo, è una salvaguardia in più per voi.
  8. Attenzione sempre alla grammatica e alla sintassi delle mail. Quelle farlocche spesso sono scritte male e in un Italiano pessimo.
  9. Se ricevete email strane dalla vostra banca, cercate su INTERNET e, in caso di dubbio, non fate nulla. CONTATTATE SEMPRE LA VOSTRA BANCA.

Mi raccomando, state sempre in guardia e non abboccate all’amo dei truffatori.

P.s.: Il termine phishing è un gioco di parole inglese sul verbo “fishing” (pescare) e allude alla “pesca” su Internet, con l’inganno, di dati finanziari e personali degli utenti da parte di truffatori.

Diffondi questo articolo, aiutaci a fermare le truffe.


Aiutami a diffondere la cultura finanziaria in Italia, condividi questo blog sui social e con i tuoi amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.